Centro di Assistenza Fiscale CAF-AIC srl
Link utili
SERVIZI
Denuncia INPS

L’obbligo contributivo sorge a carico del datore di lavoro contestualmente all’avvio del rapporto di lavoro ed indipendentemente da qualunque pattuizione intercorsa con il prestatore di lavoro. Eventuali accordi tra le parti tendenti ad eludere l’obbligo contributivo, sono nulli ai sensi dell’art. 2115 del c.c.
Tramite il mod. LD09 si denuncia all'INPS il rapporto di lavoro domestico.
Nella prima parte debbono essere fornite le complete generalità del lavoratore e l'indirizzo, oltre al codice fiscale.
La seconda parte deve contenere le generalità del datore di lavoro, compreso il codice fiscale, e la data di assunzione del lavoratore.
La terza parte riporta un questionario contenente una serie di domande alle quali occorre fornire precise risposte.
Sulla base della domanda e dei documenti presentati l'INPS provvede ad aprire una posizione assicurativa in favore del lavoratore domestico e ad inviare al datore di lavoro un blocchetto di bollettini di conto corrente postale per il versamento dei contributi dovuti.
I bollettini sono precompilati con i dati anagrafici del datore di lavoro e del lavoratore.
Il contributo è commisurato alla paga effettiva oraria erogata al lavoratore domestico.